Politica

Bando per l'elisoccorso, guerra tra M5S e la Regione.

10/04/2018

Bando per l’elisoccorso, guerra tra M5S e la Regione.  Secondo la parlamentare del M5S Emanuela Corda il servizio di soccorso pubblico del 118 è un'operazione antieconomica, tecnicamente svantaggiosa e contraria alla ragione di servizio pubblico del Servizio sanitario nazionale.
Il Movimento 5 stelle va all'attacco sull'elisoccorso che in Sardegna sarà operativo a partire dal prossimo 1 luglio. Verrà gestito dalla Airgreen una delle principali società elicotteristiche del Paese.

La gara è stata assegnata dalla Regione per un valore di quasi 71 milioni di euro (ribasso 12,4%), per un totale annuo di 8,7 e sarà effettuato da tre elicotteri su tre basi individuate negli aeroporti di Cagliari Elmas (AirbusH12), Alghero Fertilia (Airbus H12) e Olbia Costa Smeralda (Leonardo H24).
Nel corso di una conferenza stampa la deputata Emanuela Corda, insieme al'attivista Andrea Tirotto, ha spiegato perché il bando della Regione farà lievitare notevolmente i costi del servizio.

"Qualora fosse affidato in toto ai vigili del fuoco – hanno sostenuto i rappresentanti del M5S - la cifra complessiva che la Regione risparmierebbe si attesterebbe intorno ai 25 milioni e 840mila euro. Con due sole eli superfici affidate direttamente ai vigili del fuoco (Alghero e Cagliari) e solo una (Olbia),  il risparmio garantito sarebbe di 13 milioni circa per otto anni.
Emanuela Corda ha ricordato che sull’argomento avevano presentato una un'interrogazione parlamentare denunciando i costi eccessivi del bando e un esposto alla Corte dei conti il 21 dicembre 2017.

Il M5s contesta anche la selezione degli operatori dell'elisoccorso. Il bando prevede che l'equipaggio sarà costituito da cinque persone: due piloti, un medico, un infermiere e l'addetto al verricello che sarà un tecnico del Soccorso alpino. Secondo Corda e Tirotto la lettura degli elenchi dimostra la violazione di tutti i parametri di partecipazione richiesti. Per questo hanno già richiesto la riapertura dei termini della selezione per l'ammissione degli esclusi.

L’assessore Arru getta acqua sul fuoco e spiega che: “mettere sullo stesso piano il servizio svolto finora dai vigili del fuoco e quello che sarà assicurato dal prossimo luglio dalla società che si è aggiudicata la gara per l'elisoccorso è fuorviante e sintomatico di una superficiale conoscenza del sistema di emergenza-urgenza".
 
Commenta

L'indirizzo email non verrÓ pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.


max 1000 caratteri, non sono ammessi tag HTML

Inserisci il testo riportato sotto

Con l'invio del commento, dicharo di aver preso visione dell'informativa sulla privacy di L˛gosblog