Opinioni e interventi

L'impegno dei candidati nel governo del territorio. Lo chiede la Consulta ambiente.

03/02/2018

L’impegno dei candidati nel governo del territorio. Lo chiede la Consulta ambiente. A un mese dalle elezioni le forze politiche non hanno ancora dato conto delle posizioni sui temi più rilevanti e non più rimandabili, che riguardano la Sardegna.
Non ci aspettiamo trattati esaustivi, né crediamo che saranno utili al dibattito dei prossimi 30 giorni centinaia di pagine nel linguaggio ridondante e criptico della
politica, ma ci aspettiamo delle risposte semplici alle domande sempre più consapevoli e pressanti che giungono dalle popolazioni dell'isola, e che rimangono ancora senza adeguata risposta.

La Consulta Ambiente Territorio ( GrIg - WWF - ItaliaNostra - FederParchi) sollecita i partiti e le liste che propongono candidati alle elezioni del 4 Marzo a esprimersi
compiutamente e dire in sintesi – affinché i cittadini possano farsi un'opinione informata per un voto consapevole – cosa pensano sui temi del governo del territorio, anche alla luce del dibattito apertosi in questi mesi, che ha reso manifeste le criticità insite nella proposta di legge urbanistica.

Da chi sarà eletto in Sardegna è lecito aspettarsi un impegno sui temi della tutela dell'ambiente e del paesaggio dell'isola anche in vista del confronto della Regione con
gli organi dello Stato coinvolti.
Alla Consulta e alle associazioni ambientaliste giungono di continuo messaggi di cittadini che hanno difficoltà a distinguere tra le varie posizioni e per questo propensi a
disertare le urne.

Si fa quindi appello a chi chiede il voto di dire, ad esempio, cosa pensa del disegno di legge regionale in materia urbanistica e del governo del territorio con particolare
riguardo agli articoli che destabilizzano il Piano Paesaggistico Regionale (PPR), varato nel 2006.

L'interrogativo sulla necessità di una nuova legge urbanistica per promuovere lo sviluppo non può omettere di ricordare che il PPR indica un altro modello di sviluppo
che risparmia i suoli pregiati e irriproducibili per promuovere trasformazioni utili nelle aree urbane sempre più spopolate nelle quali il dibattito è vivo, dove ci si interroga e ci
si confronta sulle possibili soluzioni.

Domande, queste, che non trovano idonee risposte nelle politiche in atto e che, per ora, non sono adeguatamente presenti nel confronto tra i candidati nella imminente
competizione elettorale.

Nella pagina FB della Consulta all’indirizzo https://www.facebook.com/ consultaambienteterritoriosardegna/ sono a disposizione materiali relativi al proficuo
dibattito svoltosi negli ultimi mesi che ha creato una consapevolezza diffusa su argomenti apparentemente distanti dalla percezione delle comunità della Sardegna.

La Consulta ambiente e territorio della Sardegna.
Commenta

L'indirizzo email non verrÓ pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.


max 1000 caratteri, non sono ammessi tag HTML

Inserisci il testo riportato sotto

Con l'invio del commento, dicharo di aver preso visione dell'informativa sulla privacy di L˛gosblog