Politica

Il sindaco di Oristano alla Regione: 'l'universitÓ presidio fondamentale'.

06/07/2017

Il sindaco di Oristano alla Regione: ’l’universitÓ presidio fondamentale’. Per Oristano l’Università è fondamentale e irrinunciabile. La sua presenza è un presidio di straordinaria importanza per l’intero territorio e il Comune di Oristano farà ogni sforzo possibile non solo per difenderla con le unghie e con i denti, ma per favorirne la crescita”.

Lo ha detto ieri sera il Sindaco di Oristano Andrea Lutzu nel corso del primo incontro del tavolo partnernariale convocato a Cagliari dall’Assessore regionale della Pubblica istruzione Giuseppe Dessena per discutere insieme ai rappresentanti degli enti locali, delle sedi centrali e di quelle decentrate delle università sarde delle modalità e dei tempi di riparto ed erogazione del fondo destinato al sistema universitario isolano.

L’Assessore Dessena, che in apertura di seduta ha voluto rivolgere un augurio di buon lavoro al neo sindaco di Oristano, ha evidenziato come la ripartizione delle risorse si inquadra in un periodo di contrazione dei bilanci degli enti pubblici “ma proprio perché le risorse sono limitate occorre un ragionamento complessivo sull’offerta formativa e sui fondi disponibili per individuare criteri oggettivi che ne favoriscano un’equa ripartizione e una rapida erogazione”.
“Le università diffuse non sono in discussione – ha proseguito Dessena -. Hanno un ruolo importantissimo e una funzione strategica nel territorio”.

“È positivo che l’Assessore regionale abbia convocato al tavolo gli enti locali, le università e i consorzi che gestiscono le sedi decentrate – osserva il Sindaco Lutzu -. Ma è ancora più positivo che oltre al clima di dialogo e collaborazione sia stata riconosciuta l’importanza dell’università diffusa e la specificità di quella di Oristano che così come Nuoro vanta tanti punti di forza e caratteristiche uniche”.

All’incontro di Cagliari il Sindaco Lutzu era accompagnato dall’Assessore Pupa Tarantini che è stata Presidente ed è attuale consigliere del Consorzio UNO. Erano presenti anche il Commissario straordinario della Provincia di Oristano Massimo Torrente che ha puntato l’attenzione sui costi fissi e il Presidente del Consorzio UNO Gianvalerio Sanna che ha chiesto che il tema della presenza universitaria nei territori entri a pieno titolo nell’agenda politica regionale. Insieme a loro anche il direttore del Consorzio UNO Francesco Asquer, il Sindaco di Nuoro, i  prorettori delle università di Cagliari e Sassari e i rappresentanti della Provincia di Nuoro e del Consorzio per gli studi universitari nuoresi.

Il tavolo parternariale si riunirà nuovamente tra fine luglio e l’inizio di agosto per definire la griglia dei criteri. Nelle intenzioni della Regione entro settembre il nuovo sistema di ripartizione delle risorse dovrebbe decollare garantendo equità sulle scelte e velocità nell’assegnazione delle risorse.
Commenta

L'indirizzo email non verrÓ pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.


max 1000 caratteri, non sono ammessi tag HTML

Inserisci il testo riportato sotto

Con l'invio del commento, dicharo di aver preso visione dell'informativa sulla privacy di L˛gosblog